EditorialiNewsUncategorized

Spalletti, Insigne e il sogno di mezz’estate Emerson Palmieri

Tante voci, poco arrosto e tanto fumo. Il mercato del Napoli finora non decolla e non scalda i cuori. Ma è un po’ per tutte le squadre che attendono la fine degli Europei. In attesa di conoscere qualche spiegazione sul pareggio  con il Verona, la dirigenza azzurra si prepara al ritiro di Dimaro prima e Abruzzo poi. Pochi dovrebbero essere i volti nuovi. Scordiamoci grandi investimenti. In primis si proverà  a portare Emerson Palmieri. O almeno Cristiano Giuntoli ci proverà. Il brasiliano piace tanto a Luciano Spalletti che lo ha guidato con la Roma. Il suo ingaggio di 4 milioni potrebbe non risultare un problema se il Napoli si accorda per un prestito e quindi equamente diviso con il Chelsea. Un po’ come l’operazione Bakayoko.

IL CASO INSIGNE

Lorenzo va a scadenza di contratto e non mancano richieste per il talento di Frattamaggiore. L’ultima è quella dell’Atletico Madrd. A riferirlo è il Quotidiano Nazionale.

Se il Napoli non dovesse rinnovargli il contratto (il calciatore chiede circa 4,5 milioni più bonus), De Laurentiis non potrà pretendere più di 35-40 milioni di euro. Molto dipenderà dalle intenzioni dell’Atletico di Simeone in relazione al costo del cartellino perché un ingaggio da 6 milioni sarebbe sufficiente per mettersi in una posizione di vantaggio rispetto al Napoli.

IL MERCATO

Per il centrocampo occhi puntati su Basic e Berge. Occhio a Reinildo Mandava: dopo Victor Osimhen potrebbe arrivare anche lui dal Lille. Luciano Spalletti avrà modo di valutare l’organico a Dimaro prima di prendere le sue opportune decisioni. Ma qualcosa il Napoli dovrà pure iniziare a mettere in rosa, almeno per ciò che riguarda i sostituti di Hysaj e Maksmimovic

 

 

 

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button