varie sport

Rugby campano in lutto, scomparso Salvatore Amato

Il mondo della palla ovale regionale è in lutto per la scomparsa di un grande del rugby che ha dato lustro a tutto il movimento.
Nella serata di sabato si è spento Salvatore Amato, storico pilone della AP Partenope Rugby degli anni ‘80/’90 rappresentando il Club in tutte le categorie fino alla Serie A.
Classe ’59, ha rappresentato l’icona del rugbista, l’esempio da seguire dentro e fuori dal campo. Amato dai compagni di squadra e rispettato dagli avversari, era conosciuto come “Tatore” per le vecchie generazioni e come “Totti” per le nuove.
Ha combattuto nel fango di tutta Italia in prima linea per decenni come pedina inamovibile delle compagini in cui ha militato, tra cui si ricordano gli esordi nel CUS Napoli ed i successi a fine carriera vestendo i colori della

Rugby Roma Olimpic Club 1930 in Serie A con cui ha conquistato una Coppa Italia nel 1998.
Ascione, Di Grazia, Marchetti e Sorrentino sono soltanto alcuni tra i tanti che hanno condiviso le battaglie in mischia con lui. Diversi i tecnici che hanno apprezzato le sue doti: Guida, Fusco, Grieco, Ascione, Salierno, Belardo, De Ioanni e mai nessuno ha potuto fare a meno di lui.
Il Presidente Fabrizio Senatore ed il Comitato Regionale Campania tutto, si stringono intorno al dolore della famiglia per la scomparsa di Salvatore.

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button