NewsPugilato

Pugilato: Campania superstar al Torneo Mira

Campania del pugilato grande protagonista dell’edizione 2021 del Torneo Alberto Mura. Sono 21 le medaglie che gli atleti della regione hanno portato a casa da Roseto degli Abruzzi, sede della manifestazione. Il dato è riferito ai 23 partecipanti effettivi (inizialmente erano iscritti 27 pugili campani). Una medaglia d’oro con Macsim Novohatchi della Battipagliese (80 kg) negli Schoolboy e cinque argenti con Gennaro Scarfato (46 kg Castelammare), Antonio Mastrati (48 kg Bizzarro), Francesco Di Spazio (60 kg FF.OO), Francesco Savarese (63 kg FF.OO.) e Salvatore Turco (70 kg Vesuviana). “Quello di Turco poteva essere un altro oro – afferma Enzo Brillantino responsabile dei tecnici della Campania – una sconfitta per 2 a 3 che però non premia il reale andamento del match. Si trattava comunque di giovanissimi che avevano al massimo tre match nel loro curriculum per questo il risultato è più che soddisfacente”.

Quattro invece le medaglie d’oro nella categoria Junior con  il campioncino della Montecorvino Pugliano , Gaetano Buonocore nella categoria dei 52 Kg , Bilal Nabhii della Olimpia Boxe, Giuseppe Cirillo (75 kg Excelsior boxe) e Vincenzo Guida (+80 kg) della Boxe Ciaramella.  Argento per Angelo Di Luggo della Vesuviana anche se questo è stato considerato l’unico verdetto scandaloso di questi campionati. L’allievo di Lucio Zurlo, a detta di tutti i presenti, aveva chiaramente vinto il suo match contro il campione italiano in carica Pascazio. “I giudici secondo me hanno visto tutt’altro match – sostiene un deluso Raffaele La Femina – c’è stato un giudice che nell’ultima ripresa ha addirittura attribuito la vittoria all’avversario di Di Luggo per due punti quando il pugile della Vesuviana aveva stravinto il round. Peccato ma questo non limita il più che promettente atleta della famiglia Zurlo”.

 

In questa categoria anche due bronzi con Carmine Di dato (46 kg) e Angelo Mincione (50 kg) entrambi delle Fiamme Oro. Nella categoria Youth 2004 la Campania porta a casa tre ori Con Salvatore Pollio (49 kg) e Francesco Nello Cuomo (60 kg) entrambi della Boxe Vesuviana. Ma il capolavoro lo compie l’atleta della Boxe Di Luisa Ciro Romano (69 kg) che sconfiggendo i pronostici della vigilia sale sul gradino più alto del podio con due match altamente spettacolari. Peccato per Pasquale Gazzillo (75 boxe Casertana) che non supera le eliminatorie offrendo una prestazione non alla sua altezza. Nel torneo youth  classe 2003 Fabio Delli Paoli (69 kg Excelsior)  e Danilo Guida (91 kg FF.OO. ) vincono il torneo con personalità e qualità. Argento per Emannuele Valentino (56 kg Medaglia d’oro) e per Andrii Ilika  (52 kg Tixon Caserta). Argento pesante anche per il supermassimo della Castellammare, Emanuele Vitaglione che ha disputato una finale stoica con una spalla indolenzita e compromessa nella semifinale precedente.

 

“E’ stato un torneo straordinario per il pugilato campano – conclude il presidente Rosario Africano – . Gli atleti saliti sul ring hanno offerto grandi prestazioni e messo in luce il grande lavoro dei tecnici sia in fase di preparazione che per quanto concerne la guida all’angolo”. “Per disposizioni di protocollo pandemico – continua – era previsto un solo tecnico all’angolo. Voglio sottolineare la preziosa collaborazione del maestro Enzo Brillantino, responsabile regionale dei maestri, che essendo presente alla manifestazione ha accompagnato tutti gli altri tecnici all’angolo consegnando ai propri colleghi  tranquillità ed esperienza”. “Ecco questa è la Campania pugilistica che vince e che si fa apprezzare. Ringrazio tutti gli atleti d i loro tecnici per questo grande risultato”, conclude Africano.

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button