calcio a cinqueCalcio campano

Piero Basile lascia il Napoli Futsal

Piero Basile, l'allenatore dei record azzurri, si congeda dal Napoli Futsal dopo stagioni di successi e una semifinale scudetto

Piero Basile non è più il tecnico del Napoli Futsal. Lo ha annunciato la stessa società, in particolare il presidente Serafino Perugino

“Hai scritto una pagina di storia con il nostro club – si legge nel comunicato apparso su Facebook, in un campionato in cui abbiamo conquistato insieme 24 successi in 24 gare”.

Abbiamo festeggiato insieme la promozione in serie A e la vittoria straordinaria della coppa Italia di A2 Abbiamo fatto una stagione fantastica arrivando alla semifinale scudetto.

GRAZIE Piero Basile, Napoli sarà sempre casa tua ❞

“𝙂𝙧𝙖𝙯𝙞𝙚 𝙋𝙞𝙚𝙧𝙤 𝙥𝙚𝙧 𝙦𝙪𝙚𝙨𝙩𝙤 𝙫𝙞𝙖𝙜𝙜𝙞𝙤 𝙚𝙢𝙤𝙯𝙞𝙤𝙣𝙖𝙣𝙩𝙚 𝙞𝙣𝙨𝙞𝙚𝙢𝙚, 𝙘𝙤𝙨𝙩𝙚𝙡𝙡𝙖𝙩𝙤 𝙙𝙞 𝙨𝙪𝙘𝙘𝙚𝙨𝙨𝙞. 𝙎’𝙞𝙣𝙩𝙚𝙧𝙧𝙤𝙢𝙥𝙚 𝙦𝙪𝙞, 𝙢𝙖 𝙡𝙖 𝙨𝙩𝙤𝙧𝙞𝙖 𝙧𝙚𝙨𝙩𝙖 𝙞𝙢𝙥𝙧𝙚𝙨𝙨𝙖 𝙣𝙚𝙡𝙡𝙚 𝙣𝙤𝙨𝙩𝙧𝙚 𝙢𝙚𝙢𝙤𝙧𝙞𝙚. 𝙐𝙣 𝙘𝙖𝙡𝙤𝙧𝙤𝙨𝙤 𝙞𝙣 𝙗𝙤𝙘𝙘𝙖 𝙖𝙡 𝙡𝙪𝙥𝙤 𝙥𝙚𝙧 𝙞𝙡 𝙩𝙪𝙤 𝙡𝙖𝙫𝙤𝙧𝙤❞

𝗔𝗱 𝗠𝗮𝗶𝗼𝗿𝗮 𝗜𝗹 𝗽𝗿𝗲𝘀𝗶𝗱𝗲𝗻𝘁𝗲 Serafino Perugino

PERUGINO E LA FINALE SCUDETTO

“Il primo complimento va ai nostri avversari – dice il numero uno del club, – non sono campioni d’Italia e la compagine più forte per caso, il Pesaro ha meritato di arrivare in finale. Peccato che oggi mancava Arillo e il capitano era quasi out, ma tutto il gruppo ha gettato il cuore oltre l’ostacolo. Il secondo va a tutta la
famiglia Napoli Futsal, staff tecnico e dirigenziale, la squadra. Avevamo l’ambizione di vincere lo scudetto e
non ci siamo mai nascosti, ma anche la consapevolezza che al primo anno sarebbe stato difficile. Ci
abbiamo provato con tutte le nostre forze, abbiamo portato tantissimi tifosi a sostenere i nostri colori tra
Cercola ed Aversa. Dobbiamo solo essere orgogliosi di quanto stiamo seminando”.

Il monito è per la Divisione Calcio a 5

“Trasmettere una semifinale scudetto interamente senza audio è
forse uno dei punti più bassi raggiunti. Tra l’altro il Napoli e pochi altri hanno messo sempre il timer nelle
gare interne. Qui nemmeno in una partita così importante è stato imposto: uno spettacolo indecoroso per
chi l’ha seguita da casa”.
L’ultimo pensiero è per la Feldi Eboli
 “Una campana in finale scudetto è un orgoglio, loro che sono da più anni nel massimo campionato lo meritano. In particolare per l’amico Gaetano Di Domenico che in un giorno di particolare tristezza per la perdita del padre, ha avuto questa immensa gioia per lui e la sua città con il cuore che in parte ha alleviato un dolore così grande”.

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button