AtleticaTokyo 2020Uncategorizedvarie sport

Paralimpiadi, Assunta Legnante argento nel lancio del peso

Dopo due ori di fila, stavolta arriva l’argento per Assunta Legnante nel getto dei peso ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. Prima sconfitta in un grande evento per l’azzurra dal 2012. Vince l’uzbeka Safiya Burkhanova. Per la Legnante, 43 anni, è il secondo argento in questi Giochi dopo il secondo posto nel lancio del disco.

Con il lancio a 14.62 la pesista e discobola campana non può fare altro che arrendersi al lancio dell’uzbeka (14.78).

“Perdere con 14,78 mi fa tanto rabbia – le parole di Assunta Legnante – C’era freddo, la pedana scivolosa, tutto difficile ma quello c’è stato per tutti. Non può essere una scusa. Purtroppo forse, chiedo anche troppo a me stessa e a 43 anni non è che si può fare più quello che si faceva prima. Non posso dire di non averci provato, ma provarci e non riuscirci non è sufficiente. Peccato per il terzo lancio, quello nullo, perché era lungo. Tranne i primi due lanci, ho fatto tutto il resto in translocazione, solo che non si può fare 14,25 da ferma e 14,62 in translocazione. Questa è la cosa che mi rimprovero di più”.

FOTO BIZZI (CIP)

Articoli correlati

Back to top button