calcio a cinqueCalcio campano

Napoli Futsal decimato dal virus influenzale: passa l’Olimpus

Una doppietta di Robocop Fortino non basta ad avere ragione dei capitolini. Il presidente Perugino: "Hanno lottato come dei leoni"

Dopo due vittorie di fila il Napoli si ferma in casa dell’Olimpus Roma e resta nono a pari punti (10) con la Meta Catania, i siciliani però hanno da disputare il match di Salsomaggiore con il Lido di Ostia. Un virus influenzale nette kappaò mezza squadra: De Simone non parte, Alex e Arillo stringono i denti, non ce la fanno nemmeno Hozjan e Turmena.  Va Ganho tra i pali. Il marchio individuale di Achilli a sbloccare la contesa nei primi 20′, nella seconda frazione bis di Dimas. Fortino prima sbaglia un rigore, poi realizza una perla da fuori. La chiude Marcelinho a porta vuota, a 4″ dal fischio finale il 3-2 definitivo di Robocop. Venerdì 19 al Centro Sportivo Cercola il collettivo di Basile riceverà proprio i laziali guidati da Maurizio Grassi.

PRIMO TEMPO

Ci prova subito Nicolodi, palla sull’esterno della rete. Ducci si oppone a Fortino da distanza ravvicinata, tentativo mancino di capitan Perugino. Break di Marcelinho, Ganho in uscita c’è. Il sinistro di Dimas è impreciso, dall’altra parte replica Fernandinho. Ancora Perugino, botta centrale bloccata dall’estremo difensore capitolino. A 12’35” la giocata individuale e la rasoiata di Achilli regalano l’1-0 ai padroni di casa. Azione splendida del Napoli, Foglia sul secondo palo colpisce ma è una metà tra un goal divorato ed un extra pass per Coelho. Nicolodi impegna il portiere di Basile, al volo Arillo cerca l’incrocio. Foglia, servito da rimessa laterale, alza troppo la mira. Uno due tra Alex e Fortino, ma Robocop è impreciso. Termina dunque col vantaggio di misura per i locali il primo tempo.

SECONDO TEMPO

Ad inizio ripresa Dimas apre troppo il compasso, Ganho si distende sulla punizione di Marcelinho. Dal dialogo tra l’ex pivot del Pesaro ed il numero 77 nasce lo 0-2 con la firma di quest’ultimo a 5’26”. La gamba di Ducci sul diagonale di Adriano Foglia, break di Coelho e palla al bacio per Fortino che spreca. Transizione di Di Eugenio, l’autore del raddoppio tenta lo scavetto ma non inquadra il bersaglio grosso. A 12’14” però fallo in area su Fortino, lo stesso 20 si fa ipnotizzare dal numero uno di D’Orto.

L’estremo difensore ferma anche un’iniziativa di Fernandinho. Basile schiera così l’Imperatore come power play: è Fortino a farsi perdonare, con un goal in girata da campione vero e un sinistro fantastico che toglie le ragnatele dall’incrocio per l’1-2 a 12’49”. Reagisce l’Olimpus con Grippi che va vicino alla rete, l’errore di Bruno Coelho regala il tris a Marcelinho a porta sguarnita. Proteste azzurre secondo cui il giocatore avversario si sarebbe trascinato la palla fuori prima di calciare. A 19’56” splendida discesa di Foglia, palla in angolo per Alex e Robocop al centro mette dentro il 3-2 che è l’ultima emozione della gara. Finisce così, con i tre punti per Grippi e compagni.

PRESIDENTE PERUGINO: “I MIEI RAGAZZI HANNO LOTTATO COME LEONI”

“I miei ragazzi hanno lottato come leoni, col cuore, contro l’Olimpus Roma – le parole del presidente Serafino Perugino – e un virus intestinale che ha decimato e debilitato la squadra. Posso solo ringraziarli per aver dato tutto! Grandissima partita vinta da una grande squadra, per noi una sconfitta immeritata. Complimenti all’Olimpus, grazie ad Alessandro e Andrea per l’ospitalità e l’amicizia”.

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button