NewsPillole azzurre

Lazio, poi il filotto da sei: l’andatura record per la Champions League

La Lazio, poi l’impresa di metterci vicino altri sei successi. La quota Champions League per il Napoli è intorno agli 80 punti, per arrivarci Gattuso e soci devono puntare al filotto. Solo vittorie, partendo dalla difficile gare con i laziali. All’andata, forse la partita meno qualitativa degli azzurri, mai in partita, sottotono dopo l’immeritata sconfitta con l’Inter. Ora, è un altro Napoli, che viene da un lungo periodo positivo. Anche il pari con la capolista Inter al Maradona ha portato in dote elementi positivi, soprattutto nella prima parte di gioco. C’è però da correre, perché la lotta Champions non è ancora definita: se la Juve ha vinto, in avvio con fatica, con il Parma, il Milan si è fatto sorprendere in casa dal Sassuolo, rimettendo forse in discussione la sua candidatura per la Coppa.

LAZIO, GATTUSO SCEGLIE MERTENS E LOZANO

Contro la Lazio c’è la fortuna di disporre adesso della rosa quasi al completo, potendo quindi contare su alternative di spessore, specie in fase offensiva. E quindi Gattuso cambia: torna Mertens per Osimhen, deludente con i nerazzurri, ma arma per spaccare la partita, approfittando anche della lentezza della linea difensiva a tre di Simone Inzaghi. Alla destra del belga, riecco Lozano, si spera tirato a lucido e pronto per il finale sprint, mentre Politano rifiata, anche lui freccia da lanciare in corso d’opera. In mezzo al campo Gattuso rilancia Bakayoko, con Demme squalificato, in difesa con Meret (Ospina ancora out), ci dovrebbe essere Hysaj a sinistra, con Manolas, finalmente all’altezza con l’Inter, di nuovo al fianco di Koulibaly. Tra i laziali, c’è il dubbio Luis Alberto, in caso di assenza dello spagnolo, prende corpo l’opzione attacco a due, Immobile e Caicedo.

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button