Basket

Givova Scafati, poker servito: Ferrara si arrende

La squadra di Rossi si impone nettamente 97-75 ed è ancora imbattuta in campionato

Quattro vittorie dopo quattro giornate di campionato: meglio di così non poteva iniziare il campionato di serie A2 Old Wild West della Givova Scafati, che dopo aver superato nell’ordine l’Allianz Pazienza San Severo (in trasferta), l’Atlante Eurobasket Roma (in casa) e la Next Nardò (in trasferta), stavolta ha fatto un sol boccone anche della Top Secret Ferrara, superata 97-75 tra le mura amiche del PalaMangano.

DOMINIO GIVOVA SCAFATI

La formazione estense, orfana degli infortunati Fabi e Zampini, è rimasta praticamente in partita solo un quarto di gioco. Poi, già nel secondo quarto, è stata la compagine dell’Agro a menare le danze, a dettare i ritmi e a costruirsi il successo con un mega parziale di 28-14, che ha letteralmente diviso in due la contesa. Ogni successivo e strenuo tentativo dei viaggianti di rimettere in piedi la sfida è cozzato contro il muro difensivo di capitan Rossato e soci, che hanno avuto il merito, nonostante qualche leggero colpo a vuoto, di restare sempre con la testa nella partita, trovando un diverso protagonista nei vari frangenti del match che in maniera meritata, in virtù dell’energia e della fisicità in difesa ed a rimbalzo, è andata ad appannaggio degli scafatesi, che restano così a punteggio pieno e in vetta alla classifica del girone rosso.

Alessandro Rossi: “Vittoria dedicata alla famiglia Acanfora”

«Dedichiamo la vittoria alla famiglia Acanfora – ha detto il coach della Givova Scafati –  addolorata dal lutto che l’ha recentemente colpita. Ci auguriamo, con la prestazione sfoderata e la vittoria conquistata, di aver regalato loro un sorriso in questo momento così difficile. Abbiamo fatto una partita intensa e solida su entrambi i fronti del gioco. Ed interpretato bene le direttive per limitare il loro attacco che, al netto dei problemi che hanno, resta molto prolifico.

Continuiamo ad avere grande rispetto di Ferrara. Che di sicuro, appena rimetterà in ritmo i giocatori infortunati, riuscirà ad emergere. Noi siamo riusciti – ha spiegato l’allenatore della Givova Scafati –  a mettere la partita sui binari dell’energia, fisicità e controllo dei rimbalzi, che ci ha permesso di vincere. Ognuno dei miei ragazzi ha dato il proprio contributo per il successo. Nel secondo quarto ci siamo presi un buon vantaggio grazie alla possibilità di disporre di una rosa ampia: ognuno si è fatto trovare pronto. Ora ci godiamo questa vittoria e guardiamo al futuro con ottimismo. Mobio? Dobbiamo effettuare il percorso di inserimento, sono certo che ci darà il massimo e sarà sicuramente aiutato dal fatto che la nostra è una squadra molto energica e competitiva».

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button