BasketNewsUncategorized

Givova Scafati, il campionato di A2 parte da San Severo

La squadra di Rossi affronterà i pugliesi: "Gara difficile, occhio al loro entusiasmo"

Dopo la delusione delle Final Eight di SuperCoppa 2021, la Givova Scafati si prepara all’esordio stagionale nel campionato di serie A2.. Domenica, con la sfida prevista alle ore 18 al palazzetto Falcone Borsellino, contro i padroni di casa dell’Allianz Pazienza San Severo.

La truppa dell’Agro arriva alla sfida inaugurale del girone rosso con l’organico al completo. E con un grande desiderio di riscatto dopo la prematura uscita di scena dalla fase finale della SuperCoppa 2021. Misto alla voglia di iniziare con il piede giusto questo nuovo campionato.

Il capitano Riccardo Rossato: «Dopo la parentesi di SuperCoppa abbiamo avuto una settimana intera di tempo per allenarci e continuare a crescere e conoscerci sempre meglio. Sarà difficile portare a casa i due punti nel match esterno di domenica a San Severo, ma ci stiamo allenando sodo per provare a far nostro il primo match del girone.

San Severo è una squadra molto giovane, che si affida molto sullo statunitense Sabin, nelle cui mani passano la maggior parte dei palloni in fase offensiva. Dovremo inizialmente provare a limitarlo, d’altronde stiamo preparando la sfida nei piccoli dettagli e sono certo che faremo nostra la posta in palio. Ritroveremo il pubblico sugli spalti e sarà una bella emozione. Ai tifosi chiedo di starci vicini, perché daremo il massimo per disputare un gran bel campionato».

Alessandro Rossi

Il coach Alessandro Rossi: «Dopo le Final Eight ci siamo messi al lavoro duramente, con la volontà di capire gli errori commessi. Abbiamo avuto la giusta reazione al cospetto delle prime difficoltà, che ci hanno aiutato sicuramente a crescere. I carichi di lavoro fin qui sostenuti sono stati importanti, ma mentalmente la squadra vuole iniziare bene il campionato e dimenticare l’ultima sconfitta subita.

Dal punto di vista fisico è complicato sapere a che livello di condizione ci troviamo, visto che i confronti con gli avversari sono stati pochi. Abbiamo fiducia e vogliamo iniziare col piede giusto, sebbene cominceremo il campionato su un campo caldo e difficile, contro una squadra giovane, ben allenata e molto aggressiva. Dovremo stare attenti al loro entusiasmo e alla libertà mentale con cui ci affronteranno, per giunta tra le mura amiche e dinanzi al proprio pubblico»

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button