BasketNews

Givova Scafati, al PalaMangano arriva l’Ebk Roma

La squadra di Rossi, dopo l'esordio vincente a San Severo, ospita in casa l'Atlante per la seconda giornata di A2

Archiviato il convincente e vittorioso esordio in campionato sul campo dell’Allianz Pazienza San Severo, la Givova Scafati si prepara per riuscire a bissare prestazione e risultato anche tra le mura amiche del PalaMangano. Dove domenica prossima 10 ottobre, alle ore 18, ospiterà l’Atlante Eurobasket Roma nella gara valevole per la seconda giornata di andata del campionato di serie A2 Old Wild West.

Con l’organico al completo ed una gran voglia di ritrovare il proprio pubblico, la compagine gialloblù si sta allenando duramente agli ordini di coach Rossi e del suo assistente Nanni, per preparare al meglio la sfida.

L’ala pivot Valerio Cucci

«Non vediamo l’ora di scendere in campo. Perché è da troppo tempo che non giochiamo al PalaMangano, dove finora abbiamo solo disputato un’unica partita nel girone di SuperCoppa contro la Stella Azzurra Roma. Domenica ci troveremo invece al cospetto dell’Eurobasket Roma, una società che fa dell’imprevedibilità il suo maggior pregio. Ha qualche assenza importante. Ma resta comunque una squadra forte e da temere. Dovremo essere bravi ad approcciare fisicamente bene la contesa. E a far valere il vantaggio del fattore campo, che ci auguriamo possa essere più pieno possibile, compatibilmente ai posti disponibili».

Il playmaker Diego Monaldi

«Quella contro San Severo è stata una bella vittoria, su un campo non facile, contro una squadra molto concentrata. Sappiamo di aver fatto un buon lavoro, ma siamo anche consapevoli di poter fare molto di più. Sarà altrettanto difficile la sfida di domenica contro Eurobasket Roma che ha perso la gara d’esordio in casa ed ora verrà a Scafati desiderosa di riscatto ed alla ricerca dei primi due punti in campionato. Per far nostra la posta in palio, dovremo disputare una gara solida, anche perché i capitolini hanno due americani molto forti ed un pacchetto esterni importante. Dovremo giocare la nostra pallacanestro, approfittando del fatto di poter giocare dinanzi al nostro pubblico, che ritroviamo con piacere e che speriamo.

 

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button