NewsPugilatoUncategorizedvarie sport

Giuseppe Foglia, successi per il tecnico della nazionale under 22 di pugilato

La nuova avventura di Giuseppe Foglia, da tecnico della nazionale azzurra under 22 di pugilato, è iniziata all’insegna del successo. Il tecnico di Marcianise ha guidato i giovani under 22 azzurri ai recenti Campionati Europei di Roseto degli Abruzzi, tornando a casa con un titolo europeo, il siciliano Iozia e tre medaglie di bronzo. Tutto questo con un lavoro di preparazione di soli quattro mesi. Per quattro anni Giuseppe è stato il direttore tecnico elle Fiamme Azzurre per poi assumere il nuovo ruolo. “Sono arrivato nel gruppo dei tecnici azzurri dove miei predecessori avevano avviato un lavoro programmatico – spiega Foglia – è stato facile inserirmi e offrire la mia collaborazione per realizzare questi risultati”. Formato dall’indimenticabile maestro Domenico Brillantino,

Giuseppe Foglia fino a qualche mese fa è stato il direttore tecnico della sezione pugilato delle Fiamme Azzurre del corpo della polizia penitenziaria. “Quella è stata un’esperienza fantastica – racconta l’allenatore azzurro – Grazie al responsabile dott. Augusto Onori  c’è la sezione di pugilato con una squadra capitanata dal campionissimo Clemente Russo e dall’altro olimpionico Vincenzo Mangiacapre. Su questo slancio è stata allestita una squadra di grande valore con campioni italiani ed atleti che fanno parte della nazionale italiana. E’ stato un momento importante sia dal punto di vista umano che professionale”.

IL GIGANTE DI NORINMBERGA

Da qui è partita la convocazione azzurra per “il gigante di Norimeberga” come è soprannominato il maestro Foglia per il suo passato da pugile peso massimo. “Tre mesi fa il nuovo presidente della FPI Flavio D’Ambrosi mi ha proposto questo nuovo ruolo – spiega – non nascondo un senso si nostalgia quando ho dovuto lasciare la polizia penitenziaria per questo nuovo incarico, ma la vita professionale riserva anche questo tipo di scelte. Ho riscontrato soddisfazione anche nel mio ex dirigente Augusto Onori che mi ha dimostrato rinnovata stima e gratitudine per il lavoro fatto insieme”.

VERSO PARIGI 2024

Ora, dopo i campionati europei per Foglia e tutto lo staff azzurro inizia il nuovo percorso verso le Olimpiadi di Parigi 2024. “Sento qualche spiffero ironico in merito alla mancata qualificazione olimpica dei nostri atleti uomini per Tokyo – conclude Foglia – Ma purtroppo la nostra nazionale ha pagato più di tutte l’effetto emotivo dei tornei a singhiozzo a causa della pandemia. Senza dimenticare la mancata disputa dei campionati mondiali dove avremmo potuto avere altre chance. Ora però bisogna guardare avanti e con la federazione trovare programmi di lavori concilianti anche con le nuove leve ed i nuovi campioncini che si stanno facendo strada”. In quest’ottico da oggi il maestro Foglia è osservatore ai campionati italiani under 22 in corso di svolgimento a Cascia.

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button