BasketNewsUncategorized

Gevi Napoli, Grassi: “Coppa Italia da brividi, ora coroniamo sogno della A1”

Il presidente della Gevi Napoli Basket Federico Grassi è intervenuto nel corso della trasmissione Radio Goal, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli, emittente ufficiale della società partenopea.

“La vittoria in Coppa Italia è stata un’emozione fortissima. I ragazzi mi hanno dato una gioia pazzesca ma siamo convinti che deve essere solo il primo passo verso il sogno più grande, per il quale da oggi ricominciamo a lavorare e per il quale ci batteremo fino all’ultimo secondo. Il nostro staff tecnico ha lavorato h24 per preparare tutte le partite in maniera perfetta, hanno fatto un lavoro straordinario. Bisogna fare i complimenti per quanto fatto anche al General Manager Mirenghi e a tutte le persone che erano a Cervia.

 

GEVI NAPOLI, I COMPLIMENTI DI PETRUCCI

La Coppa Italia era un nostro obiettivo, abbiamo cercato di affrontarlo nel migliore nei modi, curando ogni piccolo dettaglio. A pochi minuti dalla fine della partita il Presidente Federale Petrucci mi ha chiamato per congratularsi con noi. E’ motivo d’orgoglio per noi perché vuol dire che c’è grande attenzione verso la nostra società e verso la pallacanestro a Napoli. Io ed i miei soci, la Famiglia Tavassi ed Amoroso, ci siamo impegnati molto per portare il nome di Napoli ad alti livelli. Aver rifiutato la Serie A1 che ci era stata proposta è stato un passo molto importante per crescere e per diventare sempre più un punto di riferimento per tutto il basket campano.

 

GRASSI: VITTORIA FONDAMENTALE

Questa vittoria potrà essere fondamentale per avvicinare sempre più persone ed imprenditori alla nostra società ed a questo bellissimo sport che è la pallacanestro. Abbiamo una squadra solida e ben formata, nella prossima fase di mercato, prima della fase ad orologio, saremo alla finestra. Se ci sarà l’occasione proveremo a sfruttarla ma la nostra squadra ha dimostrato di essere forte in tutte e tre le partite che abbiamo fatto a Cervia. Ci terrei a fare i complimenti anche alla terna arbitrale della finale, sono stati davvero all’altezza della situazione. Sono molto deluso dall’atteggiamento del Presidente di Udine che, dopo averci fatto i complimenti, ha attaccato l’arbitraggio come se fosse stato decisivo per il risultato della partita. In questi casi credo bisogna solo fare i complimenti alla propria squadra ed agli avversari.

Quando abbiamo ingaggiato Mayo, coach Sacripanti mi aveva detto che sarebbe stato il giocatore decisivo per vincere le partite importanti. Aveva pienamente ragione, è stato totalmente decisivo. Voglio ringraziare anche Parks che, nonostante le condizioni fisiche precarie, ha voluto fortemente giocare. Mi sono assunto, dopo aver parlato col dottore, la responsabilità di farlo scendere in campo. Bravissimo anche Uglietti ma in generale tutta la squadra merita i complimenti. Coach Sacripanti è bravo a far dare qualcosa in più a tutti i giocatori. Ci tenevo a ringraziare anche i nostri tifosi specialmente quelli che hanno accolto la squadra al rientro il giorno di Pasquetta. I ragazzi hanno avuto una piccola dimostrazione di quanto può essere caldo il pubblico di Napoli.”

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button