BasketNewsUncategorized

Geko, il cuore e il dominio non bastano: vince il Monopoli

La squadra di Origlio controlla la partita fino alla fine poi cede ai pugliesi nel finale

Si apre con una sconfitta il campionato della Geko, che cede sul campo del Monopoli (79-74) dopo aver condotto la partita per larghi tratti (+12 al 28’). Gara decisa nell’ultimo quarto, con Cantone e compagni che hanno comunque lottato fino all’ultimo secondo (75-74 a 8”). Quattro in doppia cifra per Sant’Antimo, Maggio il top scorer con 16 punti.

LA PARTITA – Poderoso l’avvio di gara dei padroni di casa che inaugurano il referto con un canestro di Visentin dopo una manciata di secondi e poi con due triple in succesisone di Lombardo fissano l’8-0 dopo appena 1’50. La Geko sbaglia invece le sue prime 4 conclusioni dal campo e trova il canstro solo dopo 3’10, dalla lunga, con Ale Sperduto.

La guardia romana è l’anima della rimonta santantimese, raddoppia subito il suo fatturato con un gioco da 3 punti, poi ruba una palla preziosa a centrocampo e arma il braccio di Maggio per il 10-9 del 4’ minuto.

E’ poi lo stesso Maggio, a 3:59, a firmare dalla lunetta il primo vantaggio ospite (12-13). Monopoli però riprende a segnare con continuità, Albertini realizza dal perimetro il 17-13 dell’8’ ma la Geko rientra anche questa volta con il solito Maggio e con l’ottimo impatto di capitan Cantone che realizza 5 punti consecutivi per il 19-22 del primo intervallo.

La parità è nuovamente ristabilita all’11’ (22-22) con pugliesi che continuano a fare la voce grossa a rimbalzo (16-6 il parziale del primo quarto), ma la Geko trova 5 punti di fuoco da Battaglia e una tripla di Cena portandosi sul 24-32 del 14’.  Carolillo chiede un time out, ma quando si torna in campo Cena allunga ancora portando il margine esterno in doppia cifra. Un +10 ribadito anche al 17’ (30-40), qui però Sant’Antimo ha un calo di intensità e consente ai pugliesi di rifarsi sotto con Vanni Laquintana e Lombardo, che completano un 9-1 per il 39-41 dell’intervallo.

Quando si riparte la Geko trova finalmente profondità nei suoi attacchi, Hajrovic e Cena piazzano un 7-0 da sotto per il 39-48 del 24’ e due minuti dopo sono 6 punti di Cantone, dall’arco, a sancire e confermare il massimo vantaggio ospite di +10 (46-56 al 27’).

Monopoli non molla la presa

Battaglia allunga ancora, ma Monopoli non ha nessuna intenzione di mollare la presa e sull’asse Vanni Laquintana-Lombardo si riporta di nuovo a -6 (52-58) quando si entra nell’ultimo minuto del parziale. Un minuto in cui Sant’Antimo ha due possessi per allungare, ma viene invece infilzata sulla sirena da un coast to coast vincente di Michelangelo Laquintana. Il 4’ periodo si apre con un canestro di Visentin (56-58) e un tecnico fischiato a Cena per simulazione. Poi è Lombardo a realizzare dalla media i due punti della nuova parità a quota 58. Si gioca sul filo dell’equilibrio, Cantone infila due canestri consecutivi.

Ii padroni di casa replicano con un 4/4 dalla lunetta quindi al 34’ Monopoli ripassa sfruttando un tecnico fischiato a coach Origlio (65-64). La Geko è in confusione, sbaglia due volte la risposta con Battaglia e poi ancora con Cantone e Sperduto mentre lentamente i locali provano la fuga. A 2:45 un libero del solito Vanni Laquintana vale il 70-64 e coach Origlio chiede un time out per organizzare l’ultimo assalto santantimese. Battaglia segna subito su delizioso assist di Cena, poi Maggio piazza la tripla del -1 (70-69) riaprendo di fatto la contesa ma i pugliesi rispondono al fuoco con Lombardo. Negli ultimi 30” succede di tutto, Maggio e Battaglia la tengono viva ma Monopoli dalla linea non sbaglia più nulla. Finisce 79-74.

IL DOPOGARA DI COACH ORIGLIO

“E’ stata una partita molto equilibrata, alla fine ci sono mancate la bravura nel riuscire a chiuderla, e la lucidità. Abbiamo dato due strappi importanti sia nel 1’ che nel 3’ quarto e lì dovevamo essere più cinici. Bravi loro comunque, che in quei frangenti hanno sempre reagito.

Volevamo iniziare questo campionato con una vittoria, ci tenevamo, ma sapevamo anche che questo sarà un campionato livellatissimo in cui vincere fuori casa sarà difficilissimo, e questa gara lo ha confermato. La parte buona è che abbiamo messo 4 giocatori in doppia cifra ed altri due molto vicini, questo mi conforta perché la squadra si cerca, muove il gioco e cerca di appoggiarsi a più opzioni offensive. Ora torniamo in palestra dove lavoreremo duro per farci trovare pronti all’esordio in casa di domenica prossima”.

LA PIETRA MONOPOLI 79
GEKO SANT’ANTIMO 74
(19-22, 39-41; 54-58)
LA PIETRA: M. Laquintana 7, G. Laquintana 27, Albertini 5, Lombardo 25, Visentin 8; Torresi 2, Annese 2, Ragusa 3. N.e.: Sabbatino, Bellantuono, Notarangelo, Muolo. All.: Carolillo.
GEKO: Maggio 16, Sperduto 8, Coviello 5, Cena 10, Ochoa 2; Cantone 15, Battaglia 11, Hajrovic 7. N.e.: Ratkovic e Puca. All.: Origlio.
ARBITRI: Lenoci e Rodi.
NOTE – tiri liberi: La Pietra 23/28, Geko 9/13. Uscito per cinque falli: Albertini.

Coach Agostino Origlio (Foto Pierfrancesco Accardo)

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button