CanottaggioNewsTokyo 2020Uncategorized

Europei, Canottaggio: bene due e quattro senza, Italremo in finale con 15 barche

Campania protagonista agli Europei Assoluti di Varese, al termine della seconda giornata di qualificazioni L’Italia proietta in finale 15 barche e si piazza al terzo posto tra le nazioni per numero di barche olimpiche finaliste. Gran Bretagna 11, Olanda 10, Italia 9. E al secondo posto per numero di equipaggi paralimpici con tre barche finaliste. Dietro all’Ucraina con quattro, insieme a Gran Bretagna, Israele e Francia.

Oggi, nell’ultima giornata di eliminatorie sul bacino della Schiranna, gli azzurri hanno centrato la finale in sette specialità olimpiche (due senza, quattro senza e quattro di coppia Senior maschili. Quattro senza e quattro di coppia Senior femminili, doppio Pesi Leggeri maschile e femminile) e una paralimpica (singolo PR1 maschile), che si aggiungono alle altre barche già in finale: i due otto, maschile e femminile, barca olimpica; doppio PR2 e quattro con PR3 misti. Barche paralimpiche; singolo, due senza e quattro di coppia Pesi Leggeri maschili, barche non olimpiche.

LE SEMIFINALI, BRILLANO GLI AZZURRI

Per quanto riguarda la cronaca, dalle semifinali accedono alle finali di domani, con la vittoria, il due senza maschile di Matteo Lodo e Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle). Primi sulla Serbia dopo una chiusura combattuta che ha permesso loro di intestarsi il miglior tempo tra i finalisti. Il doppio leggero femminile di Valentina Rodini (Fiamme Gialle) e Federica Cesarini (Fiamme Oro/Canottieri Gavirate). Dominatrici della loro semifinale. Il quattro di coppia maschile di Simone Venier (Fiamme Gialle), Andrea Panizza (Fiamme Gialle/Moto Guzzi), Luca Rambaldi (Fiamme Gialle) e Giacomo Gentili (Fiamme Gialle/SC Bissolati). Autori di una prova maiuscola nella quale hanno messo luce tra loro e gli avversari. Con il secondo posto nelle rispettive semifinali passano il turno, invece, il doppio pielle maschile di Stefano Oppo (Carabinieri) e Pietro Willy Ruta (Fiamme Oro). Campioni europei in carica e che hanno ceduto il passo alla sola Irlanda. E il quattro senza maschile di Marco Di Costanzo (Fiamme Oro), Giovanni Abagnale (Marina Militare), Bruno Rosetti (CC Aniene) e Matteo Castaldo (Fiamme Oro/RYCC Savoia). Secondi solo alla Gran Bretagna maestra della specialità.

CANOTTAGGIO, BENE ANCHE NEI RECUPERI

Dai recuperi, altresì, agguantano la finale anche il quattro di coppia femminile di Clara Guerra (Fiamme Gialle/CC Pro Monopoli), Alessandra Montesano (Fiamme Gialle/SC Eridanea), Veronica Lisi (SC Padova) e Stefania Gobbi (Carabinieri/SC Padova). Che entusiasmano le rive della Schiranna imponendosi sulla Norvegia. E il quattro senza femminile di Aisha Rocek (Carabinieri/SC Lario), Kiri Tontodonati (Fiamme Oro/CUS Torino), Alessandra Patelli (SC Padova) e Chiara Ondoli (CC Aniene). Ottime protagoniste di un ripescaggio chiuso al secondo posto per un soffio alle spalle della Russia. Infine, nel Pararowing, accesso in finale dai recuperi per Massimo Spolon (Canottieri Gavirate), vincitore nel singolo PR1 maschile.

Disputeranno infine la finale B, non essendo riusciti oggi a conquistare il pass per la lotta alle medaglie, il singolo maschile di Gennaro Di Mauro (CC Aniene), il doppio maschile di Luca Chiumento (Fiamme Gialle/SC Padova) e Nicolò Carucci (SC Gavirate), il doppio femminile di Valentina Iseppi (CC Aniene) e Stefania Buttignon (Fiamme Oro/SC Timavo) e il singolo leggero femminile di Arianna Noseda (Fiamme Rosse/SC Lario). Per Elisa Mondelli (SC Moltrasio) europeo concluso col secondo posto in finale C, quattordicesima assoluta. Domani ultima giornata di regate continentali a Varese, con le finali per le medaglie al via alle ore 10.25. Le gare saranno trasmesse in diretta dalla Rai su RAI Sport e su RAI Sport Web dalle ore 10.20 fino alle 16.00.

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button