Arti MarzialiNewsTokyo 2020Uncategorizedvarie sport

Christian Parlati dopo il bronzo europeo: “Pronto per i prossimi appuntamenti”

Christian Parlati ormai non si ferma più.  Dopo la finale al Grand Slam di Tashkent (oro in Uzbekistan) e il Grand Prix di Antalya (argento) arriva un terzo posto e la prima medaglia agli Europei per l’atleta napoletano delle Fiamme Oro (categoria 81kg) e allievo della Nippon di Ponticelli. Dove si forgiano i campioni e dove i fratelli Raffaele e Massimo Parlati operano anche nel sociale.

“La gara  è stata intensa -ha detto Christian Parlati- mi sentivo bene fin da questa mattina avevo in mente la medaglia d’oro. L’incontro col bulgaro però non è andato come avrei voluto, o meglio, stavamo là e alla fine mi sono preso waza-ari…il judo è così. Il mio obiettivo resta sempre la medaglia d’oro, ma oggi va bene così e con questo risultato, porto a casa la sensazione di essere sempre più pronto per i prossimi appuntamenti. Sono sempre tante le persone che vorrei ringraziare, ma oggi un pensiero particolare va a Gabriella, la mia ragazza, che in piena corsa olimpica ha subito un infortunio la scorsa settimana: vorrei che questa medaglia sia anche per lei una spinta a riprendersi al meglio per ricominciare questo percorso verso Tokyo”.

Il commento di Giovanni Esposito: “Buone sensazione, positive anche se volevo veramente questa medaglia. Sono fiducioso che qualcosa di grosso arriverà”.

LE PAROLE DEL COACH DARIO ROMANO

“Con Christian siamo sul podio per la terza volta in tre gare e anche se questa medaglia di bronzo non cambia di molto la sua situazione in chiave olimpica. Un campionato europeo fa la differenza: per lui è la prima medaglia continentale assoluta ed averla conquistata con una prova di caparbietà e coraggio come quella di oggi ne conferma il grande valore. Un vero peccato per Giovanni, un podio sfiorato è sempre amaro: sono sicuro che saprà rifarsi perché è un grande lavoratore, ma soprattutto è un atleta che non molla mai”.

CParlatiEParlati

RAFFAELE PARLATI: MEDAGLIA RISULTATO DI UN PERCORSO CHE DEVE PROSEGUIRE

Il commento di Raffaele Parlati, coach e padre di Christian: “Ovviamente sono felice come allenatore e come padre: questa medaglia è il risultato di un percorso che deve proseguire. Voglio però fare i complimenti a tutta la squadra: intorno a Christian ci sono tanti atleti che sudano e combattono e che formano una grande famiglia… i risultati che si raccolgono in questi giorni sono frutto della presenza di tutti e anche chi non è riuscito a dare il meglio deve sentirsi orgoglioso di farne parte… il lavoro prima o poi paga. Un pensiero particolare va ad Antonio (Esposito, ndr) che di questo gruppo è il capitano “morale”: la sua costanza e la sua determinazione sono una spinta per tutti e ne fanno un grande uomo oltre che un ottimo atleta”.

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button