NewsnuotoUncategorizedvarie sport

Capri-Napoli open, da domani prima tappa prova non competitiva

Sessantatré partecipanti in rappresentanza di cinque nazioni. Sono i numeri dell’edizione 2021 della Capri-Napoli open, la prova non competitiva. Che quest’anno, per venire incontro alle esigenze degli atleti, si svolgerà in tre tappe: il 25 giugno e il 2 e 9 luglio. Come di consueto la competizione “amatoriale” anticipa la prova di Coppa del Mondo, che vedrà assegnare il trofeo Farmacosmo domenica 5 settembre.
Oltre all’Italia saranno in acqua anche atleti provenienti da Belgio, Francia, Spagna e Turchia. Tutti si daranno battaglia sulla distanza che separa Le Ondine Beach Club di Marina Grande a Capri dalle acque antistanti il Circolo Posillipo (sede di partenza e arrivo delle tre prove).
Restano ancora inevase invece le richieste giunte dal continente americano e dall’Australia. Continente quest’ultimo da dove sono giunte richieste per ospitare 60 atleti. Che saranno della competizione nel 2022, quando le gare open potrebbero salire a quattro.
Questi i numeri delle tre prove: venerdì 25 giugno i concorrenti in gara saranno diciotto (sei nel Solo e dodici in staffetta); il 2 luglio i partecipanti saliranno a 26 (due nel Solo e 24 in staffetta); infine il 9 luglio al via sono annunciati 19 nuotatori (tre nel Solo, due nel Duo, 14 in staffetta).
Da segnalare diversi ritorni. E’ il caso della campionessa europea e mondiale a squadre negli anni ’90 Gaia Naldini che aveva già realizzato la traversata in solitaria tre anni fa; di Michele Barbuscia, che si aggiudicò la competizione open lo scorso anno in 8.05’; Marco Murari, alla sua sesta esperienza.
Tra gli staffettisti figura Mimmo Scaldaferri. Anche lui alla sua sesta Capri-Napoli tra solo e staffetta, che tre anni fa (a 50 anni), nuotando la competizione open in 7.30’, si qualificò per la gara ufficiale. Tra i partecipanti alle competizioni open anche alcuni giovani che tentano così di staccare il pass per qualificarsi alla gara ufficiale di settembre (7.30’ tra gli uomini, sotto le 8 ore tra le donne).

LE PAROLE DI LUCIANO COTENA

Soddisfatto l’organizzatore Luciano Cotena della società Eventualmente eventi & comunicazione: “Le tre competizioni open – afferma – tornano ad essere il naturale preludio alla gara ufficiale del 5 settembre. Che si annuncia ancora una volta di altissimo livello dopo lo storico successo del 2020 di Arianna Bridi, in grado di battere tutti, uomini compresi.
Ci avviamo poi ad un anno importante, il 2022. Quando l’International Marathon Swimming Hall of Fame, che ha già inserito la Capri-Napoli tra le ‘stelle’ della sua prestigiosa galleria, farà tappa a Napoli per la cerimonia di premiazione. Un riconoscimento per l’Italia e la Campania, ma soprattutto l’ennesimo attestato di stima nei confronti della Capri-Napoli e dei suoi organizzatori”.

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button