Pillole azzurre

Aurelio De Laurentiis indagato a Napoli per falso in bilancio

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e altre quattro persone del consiglio di amministrazione del club sono indagate per l'affare Osimhen

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e altre quattro persone el consiglio di amministrazione del club sono indagate per l’ipotesi di reato di falso in bilancio in relazione all’acquisto del calciatore Victor Osimhen, centravanti nigeriano che arrivò dal Lille nell’estate del 2020. La vicenda è già stata al vaglio del giudice sportivo, che ha indagato sul caso plusvalenze, e non ha però ritenuto che sussistessero illeciti.

La Guardia di Finanza ha perquisito la sede di Castel Volturno e quella romana del club alla ricerca di documenti utili alle indagini. Perquisizione della polizia francese su disposizione della Procura di Napoli anche in Francia. Si indaga sulla cessione, in cambio di Osimhen, di tre calciatori del settore giovanile, Liguori, Manzi e Palmieri, su cui la Procura avrebbe ravvisato opacità. Le indagini sono condotte dal pm Francesco De Falco con il procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli. Il Napoli è assistito dall’avvocato Gino Fabio Fulgeri.

AURELIO DE LAURENTIIS INDAGATO, TUTTO PARTE DALLA FRANCIA

La vicenda, concernente il trasferimento del calciatore professionista Victor Osimhen, specifica la Guardia di Finanza in una nota – era già oggetto di una richiesta di ordine d’indagine europeo. Da parte della Procura JIRS (Juridiction Interrégionale Spécialisée – Giurisdizione Interregionale Specializzata). Del tribunale giudiziario di Lille, ed ha comportato l’avvio di un procedimento penale anche presso la Procura di Napoli.

POTREBBE INTERESSARTI

Articoli correlati

Back to top button